Orgosolo

turismo

Orgosolo si trova nel cuore della Barbagia e situato in una valle ai piedi della catena montuosa del Supramonte, circondato da un paesaggio naturale affascinante e affascinante e dominato da una natura selvaggia e non inquinata. Questo scenario è di rara bellezza, caratterizzato da un misto di montagne, vallate, pianure, grotte inesplorate, canyon forgiati dal fiume Cedrino e boschi di leccio, querce e ginepri.

Consigliamo un’escursione nei boschi di questa montagna che copre oltre 6500 ettari. È possibile visitare le rovine di una vecchia chiesetta su una collina calcarea chiamata Monte Novo S.Giovanni. Questa chiesa celebrava S. Juvanne ‘e sos sordadeddonos. Anche la catena montuosa del Supramonte, con le sue meravigliose colline del Gennargentu, merita una visita.

Orgosolo è noto principalmente per i suoi dipinti murali (murales). Rappresentano pezzi di vita del passato, una sorta di finestra aperta su un mondo esterno molto orgoglioso e riservato. Sin dal primo lavoro, risalente all’inizio degli anni ’70, ogni singolo murale protegge la storia della città, riferendo spesso di lotte sociali. Nel corso degli anni, questi dipinti sono diventati il ​​simbolo più distintivo di Orgosolo con una galleria all’aperto di oltre 300 murales.Orgosolo vanta anche una notevole quantità di prove storiche e tradizionali che risalgono dal Neolitico all’età romana e sono costituite da oltre 70 domus de janas, numerosi insediamenti nuragici e rovine puniche e romane, tutte molto ben conservate.

Sono state trovate prove dell’età giudiziaria sotto il dominio arboreano, seguite dagli aragonesi e dagli spagnoli, quando Orgosolo fu costretto ad accettare molte difficoltà. In quel periodo nacque il brigantaggio in Sardegna e la sfiducia degli abitanti nei confronti delle istituzioni statali.

La situazione non cambiò sotto il dominio savoiardo, né dopo le guerre di indipendenza quando la depressione nella seconda metà del secolo interessò l’intera isola sarda. Vi furono numerose azioni da parte dei banditi contro il nuovo Stato, soffocate dalla forza bruta dello stato e dagli arresti dei banditi.

Le cose iniziarono a migliorare all’inizio del XX secolo grazie alla scolarizzazione diffusa e alla realizzazione di numerosi lavori pubblici.
In tempi recenti, le politiche di Orgosolo sono cambiate e il mix di diverse attività economiche, più legate al turismo e al settore dei servizi, ha migliorato il suo sviluppo. Ogni anno c’è un numero crescente di turisti. Oggi Orgosolo offre grande ospitalità e diversi punti di interesse come la chiesa di Santa Maria Assunta costruita nel 1634, la chiesa di Sant’Antonio Abate, risalente tra il XIV e il XV secolo, la chiesa di San Pietro Apostolo, risalente al XIV secolo e restaurato nel XVIII secolo e la chiesa rurale di Sant’Egidio e Sant’Anna costruita nel XVII secolo. Altre destinazioni interessanti includono la cripta vicino alla parrocchia e la casa natale di Graziana Mesina, una giovane donna beatificata da Papa Giovanni Paolo II nel 1987.

Le feste sono molto sentite e includono una in onore di Sant’Antonio Abate (16-17 gennaio) durante la quale viene preparato il “su pistiddu”, Venerdì Santo quando si svolge la celebrazione s’Iscravamentu (Deposizione di Gesù Cristo dalla Croce), e La domenica di Pasqua, quando si svolge la processione s’Incontru (l’incontro tra Cristo risorto e sua madre in lutto).
Il 29 giugno, il santo patrono della città, San Pietro Apostolo, viene celebrato con una sfilata di splendidi costumi tradizionali. La festa della Santa Assunta, anch’essa molto sentita, si svolge dal 13 al 18 agosto con una solenne processione nel pomeriggio del 15.

Anche la cosiddetta Sa Candelaria (31 dicembre) è piuttosto singolare. Durante la mattinata, i bambini vanno in giro per la città con in mano una borsa e ogni famiglia fa loro dei regali. Ringraziando la famiglia, i bambini desiderano loro bene per il nuovo anno. La sera, giovani e adulti cantano i loro migliori auguri nelle case di tutte le coppie sposate l’anno precedente.

La predisposizione anti-autoritaria della città venne senza dubbio alla ribalta quando, nel 1969, resistette con successo al piano militare italiano di creare una base su un terreno comune utilizzato dai pastori locali. Questo episodio, noto come rivoluzione di Pratobello, è stato commemorato nel primo dei murales. Questi sono stati in gran parte creati da Francesco Del Casino, un insegnante di arte locale e comunista, che, negli anni ’70 e ’80, ha lavorato con giovani svantaggiati per iniziare una tendenza che presto avrebbe sostituito il banditismo come principale distinzione di Orgosolo. Un’enorme grafica cubista racconta le ingiustizie sociali globali – dal Vietnam a Gaza – o chiede l’indipendenza della Sardegna. Altri descrivono semplicemente scene della vita rurale di tutti i giorni.

Alcuni turisti arrivano qui per vedere i murales, anche se i locali ci assicurano che la rinomata ospitalità di Orgosolo ha sempre attratto i visitatori. Non aspettarti molto in termini di informazioni turistiche, anche se c’è un’infarinatura di negozi di souvenir, da cui puoi acquistare una guida in lingua inglese per i murales. Ci sono anche molti vecchi pastori seduti in giro che sarebbero felici di chattare, ma potresti dover fare i conti con il dialetto unico della città.

diventare-assistente-volo
turismo
Come diventare assistente di volo: requisiti e corsi utili

Essere un assistente di volo è un sogno per molti, un lavoro che porta con sé l’opportunità di viaggiare, incontrare persone da tutto il mondo e vivere esperienze uniche. Tuttavia, per diventare assistente di volo, è necessario affrontare un processo selettivo rigoroso e seguire una formazione specifica. In questo articolo, …

lago-d-orta
turismo
Gita sul Lago d’Orta: cosa vedere e come spostarsi

Il Lago d’Orta, incastonato tra le colline del Piemonte settentrionale, è una gemma nascosta che offre paesaggi mozzafiato, un’atmosfera tranquilla e una ricca storia. Se stai pianificando una gita sul Lago d’Orta, è utile avere una guida completa su cosa vedere e come spostarsi in modo efficiente per goderti al …

Come organizzare lo studio in viaggio
turismo
Come organizzare lo studio in viaggio

Quando si è in viaggio, potrebbe sembrare difficile mantenere l’organizzazione e la concentrazione necessarie per studiare con successo. Tuttavia, con le giuste strategie e un po’ di disciplina, è possibile raggiungere i propri obiettivi di studio anche durante i viaggi. In questo articolo, esploreremo i migliori consigli e trucchi su …