Spiaggia del Poetto

spiagge

La spiaggia del Poetto è uno dei luoghi che chi ama il mare e visita la provincia di Cagliari dovrebbe assolutamente visitare. Facilmente raggiungibile in autobus dal centro, la favolosa spiaggia del Poetto di Cagliari si estende per 7 km oltre il verde Promontorio di Sant’Elia, soprannominato la Sella del Diavola. In estate gran parte della gioventù della città si diletta qui per prendere il sole e festeggiare nei ristoranti e nei bar che costeggiano la sabbia. Gli sport acquatici sono grandi e si possono noleggiare canoe presso i beach club. Per raggiungere la spiaggia, prendere l’autobus PF o PQ da Piazza Matteotti.

La spiaggia del Poetto è lunga circa 9 km da The Devil Saddle alla spiaggia di Quartu. Originariamente noto per l’estrazione del sale, solo all’inizio del XX secolo la gente cominciò a prendere il sole e a nuotare lì. Non ci è voluto molto tempo prima che si innamorassero del mare cristallino e della spiaggia sabbiosa, che è ancora uno dei preferiti dagli abitanti di Cagliari.

Il nome “Poetto” risale ai governatori spagnoli della Sardegna, che estesero il loro dominio dal XV secolo fino all’inizio del XVIII secolo. Probabilmente prende origine dal catalano “Pohuet”, che significa “bene”, per la presenza di numerosi pozzi nel promontorio della Sella del Diavolo. Ma il termine potrebbe anche venire dallo spagnolo “Puerto”, riferendosi al bacino di sicurezza nella baia. Dopo, nel 19 ° secolo, il termine fu tradotto in italiano dai piemontesi.

Nei primi decenni del XX secolo furono inaugurati i primi due stabilimenti balneari: il “Lido” e il “D’Aquila”. Esistono ancora. Più tardi, furono costruiti i tipici “casotti”, casette di legno multicolore, dove gli abitanti di Cagliari passavano il loro tempo libero sulla spiaggia. Nel 1986 furono demoliti a causa di scopi sanitari. La spiaggia è ancora ben frequentata di giorno e di notte. Lungo tutta la riva del mare ci sono molti stabilimenti balneari, dove è possibile noleggiare ombrelloni e sdraio. Nei bar, soprattutto la sera, è possibile ascoltare alcuni concerti dal vivo, avere qualcosa da bere.

Dall’inizio del XX secolo, gli abitanti di Cagliari hanno favorito la parte occidentale del Golfo degli Angeli. Poi, poco a poco, mentre cominciavano ad apprezzare le dune bianche, furono creati i primi stabilimenti, un chiosco e un campo estivo e, infine, furono costruite le famose capanne da bagno multicolori (e poi completamente rimosse nel 1986). Col passare del tempo, la zona è diventata sempre più popolata, guadagnandosi il nome di “Spiaggia dei Centomila” (spiaggia di centomila). Oggi il Poetto è l’indiscusso ‘mare’ dell’entroterra cagliaritano, una delle più grandi spiagge cittadine d’Europa, nonché l’isola più bella e frequentata, meta prediletta per chi visita la capitale d’estate o qualsiasi giornata di sole tutto l’anno , essendo anche una tappa perfetta per gustare un caffè o un aperitivo accompagnato dalla brezza marina.

A pochi chilometri dal centro e dal porto di Cagliari, la spiaggia si estende dall’appartato e rilassante Margine Rosso sulla costa di Quartu Sant’Elena, passando per la Sella del Diavolo, che impreziosisce il fascino di affacciare su Marina Piccola – offrendo l’occasione per assaporare una passeggiata lungo la marina. Dalla torre spagnola in cima, chiamata “del poeta”, deriva forse il nome della linea costiera, anche se l’ipotesi più probabile è che provenga dallo spagnolo “puerto” (porto). È possibile salire fino alla torre del XVII secolo lungo il promontorio di Calamosca, con il percorso che impiega circa un’ora ed è assolutamente bellissimo di notte. Sulla costa opposta del ‘Sella’ si nascondono le deliziose e riparate spiagge di Calamosca e Cala Fighera.

L’intero tratto della spiaggia del Poetto è ampio, mentre l’acqua è limpida e il fondale sabbioso e poco profondo per decine di metri, ideale per far giocare i bambini. La riva è irresistibile per fare lunghe passeggiate. Puoi percorrere il sentiero che corre dietro il moderno lungomare – perfetto per passeggiare, fare jogging, andare in bicicletta, pattinare, pattinare e fare skateboard – mentre i caratteristici chioschi vicino alla sabbia offrono rinfreschi e intrattenimento. Sono disponibili bagni e docce, con anche alcuni spazi riservati ai cani. Raggiungere la zona dalla città è facile, i servizi sono abbastanza efficienti e includono stabilimenti balneari, centri di immersione, scuole di vela, noleggio barche, campi da beach tennis e pallavolo, giri in canoa, fast food e ristoranti, negozi e un parco di divertimenti è aperto tutto l’anno. Il lido offre un’eccellente vacanza al mare per il surf e il kitesurf, dove vengono ospitati eventi di livello mondiale, oltre ad una fantastica vita notturna in uno dei siti principali per l’estate di notte nella vasta area in cui si tengono lezioni di musica e ballo, bar e club essere trovato.



L’estensione della spiaggia è equamente divisa lungo i quattro chilometri circa della costa di Quartu e le quattro facenti parte di Cagliari, suddivise in base alle fermate del tram che è stato successivamente sostituito da autobus in epoche più recenti. La “prima tappa” ha un fondale marino molto poco profondo, il “secondo” e il “terzo” sono il luogo in cui si trovano gli stabilimenti storici di D’Aquila e Lido, le forze dell’ordine sono alla “quarta” fermata, mentre da il “quinto”, dove si trova la torre spagnola, alla fine della linea, c’è un vasto tratto di spiaggia “libera”. Il confine con la costa di Quartu è La Bussola, il cui nome deriva da uno stabilimento che non è più in funzione. Da qui, la spiaggia libera si alterna a stabilimenti balneari accoglienti e ben attrezzati.

Dalla spiaggia, puoi raggiungere velocemente le vie del sale che estendono leggermente la passeggiata al parco Molentargius-Saline che ha un ingresso sul lungomare. Avrete l’imbarazzo della scelta quando si tratta di scegliere un’escursione nell’area protetta – escursioni guidate e gratuite in bicicletta e a piedi, percorsi in barca lungo i canali delle ex saline, autobus elettrici. Goditi un’esperienza unica con un mix di conoscenze storiche e scientifiche attraverso uno dei siti naturali più belli e importanti dell’isola, un’oasi a poca distanza dalla città e una dimora preferita per i fenicotteri rosa che si fermano a nidificare qui. Poetto e Molentargius sono anche strettamente legati alle attività della salina che iniziò in epoca romana e cessò solo nel 1985.

Oroscopo sardo
spiagge
Oroscopo sardo: ad ogni segno la sua spiaggia

Le caratteristiche dei segni zodiacali possono influire sulle scelte di viaggio. Progettiamo viaggi in base ai nostri gusti, preoccupazioni, obiettivi, economia e, naturalmente, compagni. Non è la stessa cosa organizzare un viaggio per viverlo con gli amici, la famiglia o da soli, quindi scegliere la meta non è sempre facile. …

spiagge
Orosei

Orosei è un’incantevole cittadina sulla costa orientale della Sardegna. Sardegna tipica: i vicoli odorano di pane tradizionale, dolci e altre prelibatezze; spiagge discrete e sbalorditive circondano la città. E la riserva naturale costiera e l’entroterra sono il paradiso degli escursionisti. Dopotutto, il selvaggio est della Sardegna sfoggia il suo lato …

spiagge
Cala Luna

Di recente c’è stato un crescente interesse per Cala Luna in Sardegna, non solo per la sua bellezza incontaminata e l’aspetto selvaggio, ma anche perché è stato scelto come uno dei 22 posti più incredibili da visitare al mondo dagli esperti di viaggi di Skyscanner. Tuttavia, non ci sono molte …